55+ Bs Writing Challenge

window-view-1081788_1280

Balbettò debolmente. Tremando e sbiancando, con il blackberry barcollante in mano. “Baciami?” Urlò. “BACIAMI, MORDIMI LE LABBRA, BRUNO  BEVI IL MIO… oddio ma cosa c’è scritto qui?”. Continuava a balbettare biascicando, tremare, rabbrividire mentre il mondo le crollava addosso abbattendosi su di lei dallo schermo del cellulare del marito. Mentre impietrita, inebetita fissava il vuoto, lui le strappò il blackberry di mano. Bruciava. Sì bruciava di messaggi whatspp illeciti – non indirizzati a lei.  Meglio cancellarli, pensò Bruno. Se li cancello, lei non vede. Se non vede, non soffre. Bastava un  attimo, brevissimo. Seleziona tutti i messaggi, elimina. Messaggi eliminati.

Ora tutto sarebbe stato come prima. Prima. Ma lei non era più impietrita. Brancolando come ubriaca,  gli strappò a sua volta il cellulare. Nascondendolo tra la V profonda del suo Wonderbra.  “Ora è mio, figlio di puttana!”. Respirò profondamente. Calma, risoluta,  bella come non lo era mai stata.  “Ora esci. Hai tempo dieci minuti. Mi chiudo in bagno e quando esco non ci sei mai stato qui in questa stanza. In questa casa.” Ok, un altro respiro. “A Bea e Robi dirò che sei andato in viaggio per lavoro. Poi troverò il modo.”. Ma la calma non era il suo forte. “Ed ora vai a bere dalla tua troia!” Gli sputò in faccia tutto il dolore del mondo. Lanciandogli addosso la bottiglia da mezzo litro d’acqua che campeggiava sul tavolo da pranzo. “Ti prego Barbara…” supplicò Bruno. “Vai a pregare da lei, bastardo. Chi cazzo sei TU? ” gli sibilò dalle scale, dandogli le spalle. “Fra dieci minuti voglio pensare di non averti mai incontrato nella mia vita. Ho buttato ben 17 anni della mia vita”. Si fermò brancolando a metà scale, chinò il capo e girandosi con scattò felino gli lanciò addosso sia la fede che l’anello di fidanzamento. “VATTENE!” E balzando al piano superiore, si chiuse nel bagno. L’ultimo suono: il suo pianto e il suo lamento straziante, come di bambina ferita ma abbandonata dalla madre, sola senza consolazione.

Un boato di brividi gli abbatté la gola. Un conato di vomito gli divampò in gola, brillando come una mina. “Oddio, che cazzo ho fatto. Oddio no.” E vomitò in giardino anche l’anima.

Dom

* * *

Inspired by the 55+ Bs challenge. Written in Italian.  The challenge was: Writing a short story with 55 b for Gianni from ilperdilibri

Photo credit Pixabay

Advertisements

2 thoughts on “55+ Bs Writing Challenge

your point of view on the topic

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s